Spedizioni in 24/48h a partire da 6,50€ Gratis in tutta Italia per ordini superiori a 100€
BLOG E NEWS
dal mondo Peraga
03
Aprile

Coltivare il Banano, le tecniche da utilizzare

La banana è un frutto prodotto in più di 130 paesi situati vicino all’equatore terrestre. Le regioni tropicali e subtropicali concentrano la produzione mondiale di banane, poiché ci sono le condizioni in cui viene adattata la coltura. Per avere un sistema di successo per la produzione commerciale di banane, una delle condizioni principali è che il luogo in cui si desidera impostare la copertura delle esigenze climatiche (latitudine e altitudine, temperatura, precipitazioni, vento, luce) e del suolo (tessitura, pH, la materia organico, profondità, contenuto nutritivo) della pianta. .Il banano è una pianta perenne e le banane non crescono da un seme, ma da un bulbo o un rizoma. Il tempo tra la semina di una pianta di banane e la raccolta varia dai 9 ai 12 mesi. Il fiore appare nel sesto o nel settimo mese. Le banane vengono raccolte durante tutto l’anno e non hanno una stagione di crescita. In questa guida saranno illustrate le diverse tecniche di coltivazione del banano.

Quando coltivare il banano
Il banano viene coltivato in regioni tropicali dove la temperatura media è di 27 ° C. Ha bisogno di un terreno umido con un buon drenaggio.
Le piantagioni sono predominanti in America Latina e richiedono ingenti investimenti in infrastrutture e tecnologie per il trasporto, l’irrigazione, il drenaggio e l’imballaggio.

Condizioni climatiche
È noto che il clima influisce sulla creazione della grande maggioranza delle colture e influenza direttamente la loro crescita e lo sviluppo, pertanto per la creazione di piante di banane si dovrebbero tenere in considerazione le seguenti caratteristiche dell’area in termini di clima:

Latitudine e altitudine
La latitudine si concentra sulle migliori produzioni a 15 ° nord e sud dell’equatore terrestre, ma è possibile trovare buoni rendimenti fino a 30 °. L’altitudine massima raccomandata per questa coltura è di 2000 metri sul livello del mare; la maggior parte delle piantagioni commerciali si trova tra i 400 e i 600 metri sul livello del mare. È importante notare che l’altitudine può ritardare il ciclo vegetativo di un mese per ogni 100 metri di altitudine sopra il livello del mare.

Temperatura
È il fattore di controllo principale di sviluppo della coltura.Possono essere considerate condizioni climatiche ottimali quelle comprese tra i 20° e i 30° grazie alle quali si ottengono rese migliori e i cicli brevi. Diversamente, scendendo al di sotto dei 15° la crescita del banano si arresta.

Requisito dei nutrienti minerali
Quando non ci sono limiti nutrizionali nel suolo, la resa potenziale delle banane è strettamente correlata alla disponibilità di acqua e alla densità dall’impianto. Uno studio di 7 anni fa ha dimostrato che con il contributo di azoto e potassio in fitte piantagioni con terreni irrigui, i rendimenti raggiungono 100 tonnellate all’anno.
L’analisi fogliare è un altro strumento molto utile per stabilire lo stato nutrizionale.
Solitamente i campionamenti vengono fatti quando le piante sono appena fiorite o vicino alla fioritura, prelevando un campione dalla sezione centrale in ordine decrescente.
È stato dimostrato che la pianta di banano sfrutta i nutrienti presenti nel terreno poco dopo il trapianto tra i 2 e i 3 mesi, fino all’inizio della fioritura. Dopo la differenziazione floreale, la pianta sostiene la sua crescita e riempie il grappolo con i nutrienti immagazzinati. Per questo motivo, nella gestione dei fertilizzanti si consiglia di applicare i nutrienti fino a poco prima della fioritura, per poi concentrare gli sforzi nel germoglio di successione, comunemente chiamato “figlia”.
Lo stelo non dovrebbe essere fertilizzato una volta che ha già emesso la fioritura, poiché da ora in poi il processo di fruttificazione sarà nutrito con i nutrienti immagazzinati nella pianta.

Tipi di fertilizzanti
Non ci sono restrizioni sui tipi di fertilizzanti appropriati. Si raccomanda l’uso di miscele fisiche e in particolare adattate a ciascun sito. Le percentuali di nutrienti della formula possono essere modificate in base alla raccomandazione di analisi del suolo / pianta che consente un certo grado di gestione dei nutrienti per sito specifico.

La dose totale raccomandata può essere divisa durante l’anno e distribuita in diverse applicazioni per evitare la combustione delle radici e le perdite di nutrienti dovute alla volatilizzazione (N) e alla lisciviazione (N e K). Se il suolo ha una bassa capacità di ritenzione dei nutrienti (capacità di scambio di cationi bassi, trame grossolane, bassa percentuale di materia organica), si raccomandano diverse applicazioni. Il normale è tra 4 e 8 applicazioni all’anno; ma dipende dal clima, dal tipo di suolo e dalla disponibilità di lavoro. Il vantaggio della divisione della dose è la maggiore efficienza di utilizzo e, di conseguenza, una maggiore redditività.
L’azoto e il potassio possono essere applicati contemporaneamente alla svolta dell’irrigazione, evitando così possibili perdite dovute alla volatilizzazione. L’efficienza di questa pratica può raggiungere il 100% fino al 65% per il potassio e l’azoto applicati, rispettivamente.

Nuove tecnologie: piantagioni ad alta densità
La coltivazione del banano comporta un lavoro intenso e la rimozione di vegetazione.
Dopo nove mesi, i platani vengono raccolti quando sono ancora verdi. Le banane vengono ispezionate e selezionate per l’imballaggio. La piantagione ad alta densità è attualmente un nuovo concetto nella produzione di banane. Anche se con questa nuova alternativa è noto che il peso del grappolo diminuisce con l’aumento della densità delle piante, è stato dimostrato che questo effetto è compensato dalla presenza di un maggior numero di cluster per area.

Metodo di impianto
La semina avviene in fori profondi sessanta centimetri, ciascuno a tre metri di distanza. Due piante sono poste per buca, una più piccola dell’altra, entrambe prive di foglie. Il terreno deve essere riempito fino a dieci centimetri sopra l’inserimento delle radici. Un solco viene lasciato intorno alla pianta per trattenere l’acqua e diffondere il letame in modo che il terreno non si asciughi.
In alcuni metodi di semina, come la semina a triangolo e il doppio solco, si ottiene un maggior numero di piante per ettaro. Tuttavia, quando il banano cresce ad altissime densità di impianto richiederà una maggiore cura, in particolare per il controllo delle malattie dove è presente maggiore umidità.

Raccolto delle banane
Il momento del raccolto arriva quando i platani hanno raggiunto il loro pieno sviluppo e cominciano ad ingiallirsi. Molto spesso, le banane verdi vengono raccolte e lasciate maturare sospese in un luogo buio, secco e caldo.

Per ulteriori informazioni, consultare i seguenti link:
https://www.peragashop.com/asimina-triloba-banano-del-nord-1-pianta
https://www.peragashop.com/musa-acuminata-dwarf-cavendish-banano-1-pianta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
Domande Frequenti
Chiedi informazioni ai nostri esperti,
ti risponderemo subito!
Spedizioni Garantite
Spediamo con i migliori corrieri
BRT, SDA e DHL.
Assistenza Online
Chiamaci per qualsiasi problema o
contattaci via chat qui sotto