BLOG E NEWS
dal mondo Peraga
23
gennaio

Come curare le piante dopo il gelo

Il gelo può colpire molte piante, ed è particolarmente dannoso per una nuova crescita e fioritura in primavera. I rischi di danni da gelo possono essere ridotti adottando alcuni semplici passaggi per proteggere le piante nel tuo giardino. Gennaio e febbraio sono i mesi più freddi e le piante possono essere danneggiate dalle basse temperature; ma con il tuo aiuto, le piante danneggiate dal freddo possono spesso recuperare. Le piante possono sopravvivere alle gelate con diversi meccanismi.
A volte la corteccia può isolare i tessuti viventi che conducono l’acqua, nello stesso modo in cui i tubi dell’acqua sono ritardati per impedire il congelamento dell’acqua all’interno delle cellule.
Alcune piante accumulano materiali, alcuni zuccheri e amminoacidi per esempio, che agiscono come antigelo abbassando il punto di congelamento dei contenuti cellulari. 
Un meccanismo più efficace è la capacità di alcune piante di permettere al loro contenuto di rimane liquido, anche se al di sotto del punto di congelamento. Per fare questo le piante devono affrontare diversi giorni di freddo prima del congelamento e questo spiega perché anche le piante resistenti possono essere danneggiate da un improvviso gelo autunnale.
In climi molto severi, come all’interno del circolo polare artico, gli alberi nativi rimuovono l’acqua dalle loro cellule, tollerando la disidratazione del contenuto cellulare e posizionano l’acqua tra le cellule dove può congelare senza causare danni. Questo funziona dove il tempo offre un raffreddamento lento prolungato.

Acqua

Dopo un congelamento, controlla il terreno attorno alle tue piante. Le piante non possono ottenere l’acqua di cui hanno bisogno se il terreno si è asciugato o se l’acqua nel terreno è congelata. L’irrigazione dell’area può aiutare a scongelare il terreno e fornire alle tue piante una fonte di umidità disponibile. Anche le piante ferite hanno bisogno di acqua.

Fertilizzante
Anche se potresti essere tentato di aggiungere un po’ di fertilizzante alle tue piante per accelerare il loro recupero, non lo fare. Se fertilizzi troppo presto, potresti incoraggiare una nuova crescita prima che il tempo freddo sia finito. È meglio aspettare fino alla primavera per iniziare l’applicazione del fertilizzante. Una volta superato il pericolo di gelo, un’applicazione di fertilizzante può aiutare a velocizzare il recupero.

Potatura
Non potare le piante danneggiate dal freddo subito. Il fogliame morto sembra cattivo, ma aiuterà ad isolare le piante da ulteriori lesioni. In primavera, valuta l’entità del danno raschiando la corteccia con l’unghia. Il legno ferito a freddo sarà nero o marrone sotto la corteccia. Per sapere con certezza dove potare, aspetta che le piante inizino a spuntare una nuova crescita.
Le piante erbacee come le begonie danneggiate dal freddo possono collassare. Se ciò accade, è meglio tagliarli e rimuovere le piante per prevenire la comparsa di funghi o batteri durante la decomposizione.

Prato
Vedere il tuo prato diventare marrone durante l’inverno può essere preoccupante; tuttavia, questa è una parte normale della dormienza invernale del tuo prato. In primavera invece, il tuo prato dovrebbe rimbalzare e iniziare a produrre una nuova crescita verde.
Quando i forti geli colpiscono il tuo tappeto erboso può essere ferito. Se le temperature scendono improvvisamente sotto i 20 gradi, il tuo prato potrebbe essere danneggiato permanentemente. All’inizio l’erba potrebbe apparire avvizzita, quindi diventare di colore biancastro o marrone. Potrebbe affondare a terra e puzzare. Se il tuo prato non si riprende in primavera, potresti dover sostituire un po ‘di erba con pezzi di zolle o tappi.
Nei casi meno gravi, le piante danneggiate dal freddo possono essere salvate. I danni da fessura del gelo negli alberi che richiedono riparazioni possono di solito essere salvati tagliando accuratamente la corteccia lacerata o allentata. Levigare i bordi con un coltello consentirà all’albero di formare un callo per conto suo. Per ridurre al minimo il danno da gelo ad altre piante legnose, vaporizzare leggermente le foglie prima che il sole li colpisca. Allo stesso modo, le piante in vaso possono essere spostate in un’altra posizione lontano dalla luce solare diretta.
A meno che le piante danneggiate non vengano spostate all’interno o in un’altra area protetta, non tentare di potare le foglie o gli steli danneggiati. Questo offre in realtà una protezione aggiuntiva in caso si verifichi un altro incantesimo freddo. Invece, aspetta fino a primavera per tagliare le aree danneggiate. Staccare i gambi morti completamente indietro. Gli steli vivi, tuttavia, hanno bisogno solo di tagliare le aree danneggiate, poiché queste si ricresceranno una volta che le temperature calde torneranno. Per le piante a stelo molle che soffrono di lesioni da freddo, potrebbe essere necessaria una potatura immediata, poiché i loro steli sono più inclini a marcire.

Proteggere le piante dal freddo e dal gelo

E’ spesso possibile prevenire il congelamento dei danni al tessuto vegetale e altre lesioni da freddo. Quando sono previste condizioni di gelo o congelamento, è possibile proteggere le piante coprendole con fogli o sacchi di juta. Questi dovrebbero essere rimossi una volta che il sole ritorna la mattina seguente. Inoltre, le piante in vaso dovrebbero essere spostate in un luogo riparato, preferibilmente al chiuso. 
Se a causa di una notte fredda inaspettata in una stanza fresca o di un’interruzione di corrente in inverno, ci sono momenti in cui anche le piante da interno, possono essere vittime di danni da gelo. Mentre il danno da gelo può uccidere alcune piante tropicali se l’esposizione è prolungata, altre soffrono di foglie morte ma possono rimbalzare con cura. Come per la maggior parte della manutenzione delle piante, per le piante al coperto con foglie morte dai danni da gelo, ti consigliamo di attenersi ai metodi di cura di base con i tempi appropriati.

Locazione
Spostare immediatamente la pianta danneggiata dalla luce solare diretta è essenziale. Un eccesso di sole mentre la pianta viene danneggiata può peggiorare il danno estraendo l’acqua dalle ferite o cuocendo le foglie tenero non danneggiate. Spesso, posizionare l’impianto accanto alla finestra piuttosto che di fronte è sufficiente per limitare l’esposizione, ma un angolo o una stanza più scuri con uno schermo o un’ombra è l’ideale.

Sincronizzazione
Eliminare le foglie danneggiate prima che la pianta si riprenda può effettivamente ucciderlo. Se esiste la possibilità di ulteriori gelate, le foglie danneggiate isoleranno e proteggeranno le parti ancora teneri che non sono state colpite. Trattare la pianta dovrebbe aspettare fino a quando non c’è la possibilità di ulteriori gelate. Se non si prevede il gelo futuro, lasciare riposare la pianta indisturbata per due o tre settimane permetterà di mostrare segni di danni sotto la superficie.

Potatura
La pianta danneggiata è pronta per la potatura solo dopo che non vi è alcuna minaccia di gelo aggiuntivo. L’obiettivo della potatura è quello di rimuovere tutte le foglie e gli steli morti in un punto in cui crescono steli sani. Questo può significare tagliare solo alcune foglie o tagliare i gambi principali della pianta, a seconda del danno alla pianta. Le cesoie igienizzate tra gli usi aiutano a impedire la diffusione della malattia.

Cura
La pianta danneggiata dal gelo potrebbe impiegare un po’ di tempo per riprendersi dopo la potatura. Mentre le piante a crescita rapida possono impiegare solo pochi mesi per riprendersi, i coltivatori lenti possono impiegare un anno o più per assomigliare a come hanno fatto prima del gelo. Finché riceve l’acqua necessaria della pianta, la luce del sole e un’adeguata fertilizzazione, dovrebbe riprendersi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
Assistenza Immediata
Chiedi informazioni ai nostri esperti,
ti risponderemo subito!
Spedizioni Garantite
Spediamo con i migliori corrieri
BRT, SDA e DHL.
Supporto Online
Chiamaci per qualsiasi problema o
contattaci via chat qui sotto